Progetto SICO - Contratto di Programma con la Regione Puglia

loghi

SICO

Sviluppo di un Sistema di Controllo per Motori Aeronautici e Aero derivati

Operazione cofinanziata con il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale Puglia

POR Puglia 2014 – 2020 “Investiamo nel vostro futuro”

ASSE I – Obiettivo specifico 1° - Azione 1.1 (R&S)

Contratto di programma con la Regione Puglia, approvato con Delibera CMP/DEL/2016/00042 del 22/12/2016

 

Se il propulsore è il cuore tecnologico dell’aeromobile, il sistema di controllo può essere considerato il cervello del motore, dotato di organi di senso (sensori) e di comando (attuatori).

E’ il sistema di controllo che gestisce il funzionamento del motore in tutte le fasi operative di volo, evitando il rischio di stallo, di spegnimento del combustore, di condizioni di sovratemperatura, sovravelocità e sovra-pressione.

Esso governa inoltre gli adattamenti necessari a modifiche repentine dovute alle condizioni ambientali e alle manovre del velivolo, garantendo prestazioni affidabili.

 

La sua “intelligenza” risiede nella centralina di controllo che, acquisiti diversi segnali sia interni che esterni al motore, li elabora per fornire le istruzioni necessarie a cambiarne le regolazioni.

A tal fine, utilizza una rete di sensori, gli organi di senso, per “capire” cosa accade e interviene  con gli attuatori, organi di comando, per implementare le regolazioni, questi ultimi azionati attraverso  sistemi elettrici e fluidici.

Il progetto SICO si focalizza sullo sviluppo di un sistema di controllo innovativo e ha l’obiettivo di acquisire conoscenze multidisciplinari, non presenti ad oggi né in Puglia né in Italia, per la creazione di un sistema di controllo completo per motori aeronautici caratterizzati da elevata potenza ed autonomia, e impiegabile anche per velivoli a pilotaggio remoto.

assemblata_FADEC

I driver principali che guidano le attività di Ricerca Industriale e Sviluppo Sperimentale sono:

  • la riduzione dei consumi, ai fini della riduzione dell’impatto ambientale e della riduzione dei costi di gestione operativa dell’utilizzatore finale del velivolo
  • l’affidabilità, ai fini dell’incremento della sicurezza dei passeggeri e della riduzione dei costi di manutenzione dell’utilizzatore finale del velivolo
  • l’incremento di potenza disponibile ai fini di una maggiore operatività del velivolo.

Le attività di progetto saranno verificate attraverso un’importante campagna sperimentale che prevede la progettazione e realizzazione di due banchi prova:

-          il  “Dry Rig” può essere definito come un simulatore real time in grado di simulare un motore aeronautico e i suoi accessori e sarà utilizzato per testare le logiche di controllo;

-          Il “Wet Rig” consentirà di verificare il comportamento del sistema di controllo tenendo conto sia dei segnali fisici e simulati del motore che degli accessori.

Il Progetto di Ricerca e Sviluppo SICO è oggetto del Contratto di Programma tra Avio Aero e la Regione Puglia. Partito a maggio 2016, avrà una durata di 4 anni ed ha come sede principale di svolgimento il Laboratorio Avio Aero di Bari.

L’agevolazione riconosciuta è di 16,5 milioni di euro su un totale costi del progetto di 29,3 milioni di euro.