Comunicati stampa

Avio: tecnologia italiana al Paris Air Show 2013

13/06/2013

Rivalta di Torino (Italia), 13 giugno 2013 – Avio, gruppo leader nel settore della propulsione aerospaziale, sarà presente al prossimo Paris Air Show di Le Bourget, il salone internazionale dell’Aeronautica e dello Spazio in programma dal 17 al 23 giugno 2013.

La partecipazione alla 50^ edizione del salone aeronautico sarà l’occasione per presentare una selezione dei principali moduli tecnologici frutto della leadership di Avio nel settore: nel mondo, infatti, ogni giorno volano circa 25.000 aerei civili e di questi oltre il 70% utilizza almeno un componente Avio nei propri motori. L’azienda ha un ruolo attivo in tutto il ciclo di vita dei componenti aeronautici: dalla progettazione allo sviluppo del prodotto, dalla produzione ai servizi di manutenzione. Avio, inoltre, ha un’esperienza consolidata nella realizzazione di sistemi propulsivi a propellente solido per i lanciatori spaziali: realizza i due motori laterali (booster) del lanciatore europeo Ariane 5 e coordina in qualità di prime contractor tutte le attività di progettazione, sviluppo e produzione del nuovo lanciatore spaziale Vega, che ha effettuato con successo il suo primo volo commerciale il 7 maggio 2013.

Avio sarà presente nell’area fieristica Hall 1 allo Stand 316 con un’area espositiva che ospiterà alcuni dei principali prodotti dell’azienda. Tra questi:

  • La scatola di comando accessori per il motore GEnx 1B di General Electric, il turbofan di ultima generazione che motorizza il B787 Dreamliner e che è concepito con un livello tecnologico estremamente avanzato consentendo la riduzione dell’impatto impatto ambientale (minor emissioni inquinanti, minori livelli sonori) dei consumi di carburante e dei costi di manutenzione.
  • La scatola di comando accessori per il nuovo motore PurePower® PW1100G – JM, della famiglia PW1000G (geared turbofan). Grazie all’innovativa tecnologia del geared turbofan, questo motore consente di ottenere significative riduzioni in termini di consumi, emissioni e rumore.
  • I componenti realizzati con l’innovativa tecnica di additive manufacturing EBM (Electron Beam Melting), ovvero fusione a fascio di elettroni. Rispetto alle tecnologie tradizionali, l’additive manufacturing non richiede gas particolari se non quelli già presenti in atmosfera (azoto, argon, elio) e non prevede il ricorso ad altri materiali indiretti per il processo. I risultati sono quantificabili fino al 95% in meno di materiale usato e fino al 90% in meno di consumo di energia. In particolare, all’interno dello stand Avio a Le Bourget, saranno esposte le pale statoriche della turbina di bassa pressione realizzate in alluminuro di titanio (TiAl) destinate al nuovo motore Leap sviluppato con il partner Snecma (Safran Group).
  • La trasmissione di potenza del TP400-D6, la più grande mai realizzata per un motore turboelica, utilizzata dal nuovo velivolo militare A400M.
  • La maquette di Vega, il lanciatore spaziale dall’anima tecnologica italiana che, il 7 maggio scorso, ha effettuato con successo il suo primo volo commerciale portando in orbita 3 satelliti per lo studio della vegetazione e dei cambiamenti climatici. Vega è un esempio dell’applicazione di tecnologie innovative che testimonia la leadership di Avio nella propulsione a propellente solido e la sua capacità di sistemista con competenze che vanno dalla progettazione e sviluppo degli stadi motore fino all’avionica del lanciatore.

ABOUT AVIO

Avio è un gruppo internazionale leader del settore aerospaziale, con sede a Torino (Italia). Fondato nel 1908 è presente in 4 continenti con sedi commerciali e 12 insediamenti produttivi. Conta oltre 5.300 dipendenti di cui circa 4.500 in Italia. Nel 2012 ha generato ricavi per oltre 2,3 miliardi di euro. Opera nelle seguenti aree di business: Aeronautica; Spazio; MRO e servizi; Turbine aeroderivate per uso navale e industriale; Sistemi di controllo, d’automazione ed elettrici. È attivo nel campo della ricerca e dello sviluppo tecnologico attraverso una rete di laboratori all’interno di campus universitari italiani e collaborazioni con 24 università e centri di ricerca italiani e internazionali.
 

DISCLAIMER: I comunicati stampa contenuti nella presente sezione fanno riferimento al periodo anteriore all'acquisizione da parte di Nuovo Pignone Holding S.p.A. (Gruppo General Electric) del ramo d'azienda relativo alle attività aeronautiche di Avio S.p.A., avvenuta in data 1° agosto 2013, a seguito alla stipula in data 21 dicembre 2012 del contratto di compravendita avente ad oggetto tale ramo d'azienda. A partire da tale data, tutte le attività relative alla progettazione, sviluppo e realizzazione di trasmissioni comando accessori e di potenza, turbine di bassa pressione, combustori, post-combustori, sottosistemi e attività di MRO e CRO per motori aeronautici, in ambito civile e militare, sono divenute parte integrante del business di GE Aviation.